Quando una donna NON risponde

Cari amici, molto spesso vedo uomini, e anche ragazzi, lamentarsi su presunti comportamenti maleducati o scortesi posti in essere dalle donne, nel momento in cui vedono fallire i loro tentativi di approccio . I casi “classici” sono i seguenti :

• Si è ottenuto il numero di telefono della ragazza, ma quando lo si usa per telefonare o mandare sms, non si riceve risposta ;
• Si è ottenuto un contatto social (FB su tutti), proviamo a mandarle un messaggio in chat quando è in linea, ma non risponde, nonostante ci accorgiamo che abbia visualizzato il messaggio, oppure risponde a monosillabi, come “SI”, “NO”, “OK”, “BOH” , e di fatto non instaura con noi una vera e propria conversazione.

Perché assai spesso si comportano così? La spiegazione è banale, anzi, ovvia : se una donna non risponde, significa chiaramente che non è interessata, e fin qui è banale, ci arriverebbe anche un bambino dell’ asilo, ma vediamo di approfondire la questione. Il “non rispondere”, di fatto è una risposta a tutti gli effetti , determinata da vari possibili motivi :

– Sa di aver dato il contatto al suo corteggiatore, ma non se la sente di esprimere un secco rifiuto per paura che lui ci rimanga male, magari dopo essersi fatto un po’ di castelli in aria per aver semplicemente ottenuto il contatto, e allora pensa “se non rispondo una volta, due, tre, alla fine capirà” ;
– Può essere che lei sia una di quelle che collezionano “amici” sui profili social tanto per far numero, ritenendo che avere un elevato numero di contatti faccia più “cool”, e allora noi non siamo altro che un numero, di fatto non ha mai nutrito un vero interesse;
– Può capitare che al momento dello scambio dei contatti un certo interesse, o comunque un atteggiamento possibilista, effettivamente ci fosse, ma poi per qualche misterioso motivo ci sia stato un “dietrofront”. Capita assai più spesso di quanto si potrebbe credere, del resto “la donna è mobile, qual piuma al vento” ! 😀 Purtroppo fa parte del gioco, perché mentre se un uomo, dal canto suo, è attratto sessualmente da una donna e desidera possederla, ben difficilmente cambierà idea fino all’ ottenimento o meno del suo obiettivo, mentre una donna cambia idea con una facilità estrema. Tale fenomeno viene definito, nel gergo delle community di seduzione, il “ripensamento dell’ acquirente”, perché assomiglia in tutto e per tutto a quel che succede quando il presunto compratore inaspettatamente ci ripensa e l’ affare sfuma;
Oltre a tutto ciò, molto più semplicemente, occorre prendere atto che rispetto a quando io ero ragazzo i tempi sono cambiati. Una volta esisteva solo il telefono di casa, quindi non c’erano né smartphone, né tablet, né tantomeno social network, di conseguenza la mole di contatti di ognuno di noi era decisamente limitata : una ragazza poteva intrattenere conversazioni telefoniche con un numero giocoforza contenuto di amici, amiche, possibili corteggiatori, ecc., era tutto più “slow”, più umano, c’era più posto per valori come la signorilità e l’ educazione. Telefonavi alla tipa, la invitavi ad uscire, e lei ti diceva di no, magari abbozzando qualche spiegazione di circostanza (“ho da fare”, “sono già impegnata”, “in questo periodo voglio stare sola”, (che significa, tradotto dal femminese, “vorrei tanto incontrare qualcuno ma che non sia TU! 😀 ). Viceversa, al giorno d’ oggi, con tutte queste diavolerie della tecnologia, il mondo viaggia in modo troppo veloce e vorticoso, si smanetta con chat, social, wattsapp, ecc. a velocità folle, interagendo con un numero spaventoso di soggetti (specie una ragazza molto popolare e corteggiata!), per cui in un simile contesto viene abbastanza spontaneo non rispondere, in caso di non interesse : non si vuol perdere tempo e si passa oltre! Tanto più perché, infine, la tipa potrebbe benissimo pensare “oddio questo che pizza, meglio che non gli rispondo, capirà prima o poi, che se poi gli rispondo di no in modo chiaro, magari inizia pure a chiedere spiegazioni che non ho alcuna voglia di dare”.

Ad ogni modo, tutte queste situazioni hanno assai spesso un denominatore comune : si è ottenuto il contatto (telefonico o social), ma non in modo “solido”, ovvero senza aver in alcun modo colpito o intrigato la ragazza. Che magari ce lo ha dato, come non di rado accade, al solo scopo di toglierci di torno…ma di fatto, non possiamo certo dire di aver fatto un passo importante per sedurla, anche perché, come visto sopra, sono contatti assai poco invasivi (diversamente dal numero di casa, sul quale, potendo rispondere un babbo o un fratello poco amichevole, non era facile ottenerlo!) dato che è facilissimo non rispondere. Ovvio allora che effettivamente poi non risponde! Con buona pace di quanto affermano gli “americani”, che si gasano per un “n-close” o “FB-close”, (ottenimento del numero o del contatto FB), come se fosse chissà quale traguardo.

E allora, quando si seduce, va fatto “come si deve”, inutile rimediare decine o centinaia di contatti che non servono a nulla! Qualità, non quantità, ragazzi!!

Buon fine settimana a tutti.

8 thoughts on “Quando una donna NON risponde”

  1. I castelli in aria li ho abbattuti facilmente con questa mia teoria nata da numerose esperienze negative e da attenta osservazione di quelle positive.. segue
    una donna che scopa :
    1) non sta a perdere tempo su facebook . whatsapp e diavolerie varie
    2) se gli vai a genio è lei che ti chiama … anzi ti fa capire che devi anche darti una mossa per via che il treno alla stazione ferma un minuto e poi riparte (già successo di prenderlo .. di perderlo involontariamente .. di perderlo volontariamente)
    3) ho eliminato tutte ste diavolerie elettroniche per via che le rarissime volte andate a dama non ce n’era bisogno per via che loro fanno molto presto a prenderci se vogliono e non ti danno tempo per queste cose
    p.s. peccato esserci andato pochissime volte a dama come mi è capitato in passato, per via che la velocità con cui vieni preso e trombato è veramente al massimo della libidine 😀

    1. Sul punto 1 secondo me hai torto : alle donne, specie ragazze giovani, cazzeggiare online piace, e pure parecchio. E si divertono pure molto a farla annusare senza poi darla (perchè la danno a chi dicono loro, ovviamente). Sul punto 2, ovviamente se c’è interesse, c’è partecipazione, ma questo no fa altro che rimarcare il concetto espresso nell’ articolo : se una non risponde, si deve passare oltre senza perdere tempo. Sul punto 3, se non passi le giornate su chat e social, ma impieghi utilmente il tempo per andare a caccia, non posso che approvare!

  2. Approvo e sottoscrivo l’idea di Mountain, oggi le ragazze e non solo, anche le milfotte, giocano molto con i social e le nuove app per incontrarsi!
    Quindi gente dovete aggiornarvi, la trombata viaggia anche questi nuovi media.

    1. E’ vero che in tante si divertono su chat, social, app, ecc., ma è anche vero che molto è cazzeggio inutile (alle donne piace TANTO cazzeggiare on line, farla annusare e poi non darla), quindi se vai a stringere, ci può essere dell’ arrosto, ma di sicuro è molto più il fumo, quindi usare questi media può essere una buona idea per riempire i tempi morti, ma non è da starci tutto il giorno davanti non uscendo più. :)

      1. “cazzeggiare on line, farla annusare e poi non darla” è questo il punto, anzi uno dei punti. già lo fanno off-line, poi figuriamoci on-line dove regna il vetrinismo puro.
        Avrò torto, non sarò aggiornato, ma resto dell’idea che quella che la da, se me la da ovviamente, me la deve dare sul letto e non sul pc. Non so se ho reso bene l’idea.

        1. Ti sei espresso benissimo, la sfera virtuale, specialmente per una donna, è il regno del “vetrinismo”. Più “mi piace” hai sulle tue foto e sui tuoi post, più ti senti figa e maggiore è la tua autostima : e donne così, se permetti, meglio perderle che trovarle. Molto meglio non perdere tempo e badare al sodo. 😉

  3. Non sono d’accordo, per me è una mera questione di educazione, visto che se uno ti scrive è interessato a te e la regola – non scritta – è quella di ricambiare la risposta (idem chi scrive per primo deve essere educato e non usare un linguaggio ignorante, da smartphone, con errori di ortografia e abbreviazioni). Poi ovvio, se uno è insistente, non vuole capire o insiste, allora ben venga il rifiuto o addirittura il ban, ma è lo stesso ragionamento che riguarda le non risposte per le candidature di lavoro. Una volta le aziende serie rispondevano, ora è già tanto se richiamano per un colloquio. Stesso discorso. L’educazione non fa più parte della società.

    1. Caro Max, sei liberissimo di non essere d’ accordo : tanto, come ho già risposto ad altri, ad essere d’ accordo o meno cambia la sostanza cambia poco, in quanto se una non risponde l’ unica cosa da fare è metterci una pietra sopra e passare oltre.
      Ad ogni modo, non cambio idea sulla questione di fondo : la “non risposta”, per quanto possa essere antipatica o sembrare maleducata, a tutti gli effetti è una risposta. Nel senso più preciso che è una risposta negativa : se scrivi su sms, WhatsApp, o messenger ecc a una ragazza e non ti risponde, è più che evidente che non è interessata a dialogare con te. Cosa cambierebbe se ti rispondesse dicendo “Scusa, non mi interessi” ? Sarebbe un comportamento più educato? Forse. Ma come argomentato sull’ articolo, molte non se la sentono nemmeno di prendere una posizione così netta, per evitare di ferire l’ interlocutore, e allora preferiscono fare in modo che capisca da solo. A meno che uno non sia tonto, infatti, se una non gli risponde una volta, due, tre, alla fine lo capisce che lei non è interessata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*